La doppia vita di Brij Mohan

Commedia grottesca – poliziesca visibile sempre su Netflix. Un ambizioso negoziante ma con pochi soldi, si indebita con la malavita. Non riuscendo però a restituire il prestito , inscena la propria morte , uccidendo per davvero il suo creditore, che viene scambiato per Brij. Ma le indagini della polizia arrivano a Brij che ha cambiato nome ,per cui viene arrestato per avere ucciso se stesso. Ma con i soldi si può comprare tutto, persino una sentenza……

Liar’s Dice

Una donna che abita in uno sperduto villaggio Himalayano parte contro il volere di tutti alla ricerca del marito di cui non ha notizie da oltre cinque mesi. In questo viaggio della speranza Kamala porta con se’ la figlia di 5 anni e la sua adorata capretta. Già questo può far capire che non ci troviamo di fronte ad una India scintillante, ricca e Bollywoodiana, ma ad una India che purtroppo esiste ancora, ma è quella vera , quella che emoziona e insegna i sentimenti, i valori della vita , ma anche l’amore per gli animali. Kamala viene aiutata in questa disperata ricerca del marito che scopre lavorare in un cantiere di Delhi da un uomo , Nawazzudin ( è anche il nome reale dell’attore ), persona ambigua , contraddittoria e al contempo buona . Più che i dialoghi sono le immagini, i silenzi e le espressioni dei protagonisti e dei non a catalogare questo film come un film di nicchia e non un cinepanettone.

Oturn

Tratto da eventi realmente accaduti, questo film del 2016 proposto da Netflix, ruota intorno alla morte di automobilisti o motociclisti che infrangono le regole della strada , facendo inversione ad U su un cavalcavia di Bangalore. Viene sospettata di essere la colpevole una giornalista che in realtà sta scrivendo un articolo per il suo giornale proprio su chi incivilmente sposta i cordoli , attraversa la carreggiata e non rimette a posto i cordoli spostati. Sarà costretta ad indagare lei stessa.

Article15

Come dice il titolo del film, l ‘argomento trattato è l ‘articolo 15 della costituzione indiana, che vieta la discriminazione tra caste, sessi, razza e religioni. Basato su storie realmente accadute , è stato girato per la maggior parte a Lucknow, nell’ Uttar Pradesh, nel nord ovest dell ‘ India. Un poliziotto appena trasferito si trova ad indagare sulla scomparsa di tre adolescenti, due delle quali ritrovate impiccate dopo essere state stuprate. L’ argomento trattato è parecchio delicato , ma consiglio di vedere questo film , che vede protagonista questo poliziotto onesto e deciso a dimostrare che di fronte alla legge si è tutti uguali .

The Zoya factor

Il film , divertente adattamento dell ‘ omonimo libro di Anuja Chauhan , narra la storia di Zoja , anonima dipendente di una agenzia pubblicitaria, che viene inviata per uno shooting in Sri Lanka dove gioca la nazionale indiana di cricket . Quando rivela di essere nata lo stesso giorno e lo stesso anno in cui l ‘ India vinse la sua prima coppa del mondo, suo malgrado diventa il portafortuna della squadra , ma non del capitano, che sostiene che qualsiasi vittoria e’ frutto di duro lavoro e non di superstizioni. Una curiosità: i due protagonisti sono figli di attori super famosi in India : lei è Sonam, figlia di Anil Kapoor, lui è Dulquer Salmaan, figlio di Mammootty, celeberrimo attore che ho incontrato a Cochin in Kerala durante le riprese di un film, proprio in una dimora portoghese accanto al mio hotel.

Kurup

Film in lingua malayana basato sulla vita del ricercato Sukumara Kurup. Arruolatosi contro la sua volontà nell ‘aeronautica indiana, per sfuggire alla noia , inscena la sua morte. Questo gesto lo porterà a vivere sempre sopra le righe , sfidando il destino . Proprio quando pensa di cambiare nuovamente identità, la morte di Charlie mette l’ufficiale Das sulle tracce di Kurup. Se volete vedere un crime – thriller avvincente, cercatelo come al solito su Netflix.

House of Secrets. The Burari Deaths

Questa docuserie targata Netflix ripercorre i fatti realmente accaduti di una famiglia di Burari , a nord di Delhi, che hanno suscitato un enorme scalpore in tutta l ‘ India per la loro assurdità e per la loro atrocità. Una famiglia benestante viene trovata morta nella propria abitazione. Dieci di loro sono stati trovati impiccati a mo’ di baniano con corde di stoffa colorata fatte passare attraverso una grata posizionata sul pavimento del terrazzo. L‘ undicesima vittima , la più anziana, viene invece rinvenuta riversa per terra . La regista di questa mini serie ci illustra attraverso le testimonianze dei poliziotti, dei parenti e degli amici i possibili scenari che possono avere condotto a questa orribile ed agghiacciante strage. Omicidio o suicidio di massa? Forse nessuno dei due ……

Malang

 
Se vi piacciono i thriller d’ azione, guardate sempre su Netflix questo film, girato principalmente a Goa. Un giovane di nome Advait incontra Sara ad un rave party sulla spiaggia dove circola roba di tutti i tipi. Si innamorano e tempo dopo sono coinvolti in una retata della polizia dove ci scappa il morto. Il film è ricco di flashback, ed inizia con Advait in carcere , assetato di vendetta e con chiari piani per punire tutti quelli che lo hanno separato dalla sua amata.

Made in China

Questa volta siamo ad Ahmedabad, capitale dello stato del Gujarat fino al 1970. Qui vive un ragazzo dalle idee vulcaniche ma che non decollano , fino a quando non viene inviato forzatamente in Cina per promuovere prodotti ayurvedici. Per una serie di circostanze, gli viene invece proposto di pubblicizzare e vendere in India una zuppa miracolosa simile al Viagra. Insieme ad un medico sessuologo e seguendo i consigli di un imprenditore raggiungono il successo. La morte di un generale cinese presente ad un evento culturale ad Ahmedabad scatena il caos, perché la polizia scopre che prima di morire l ‘uomo aveva bevuto la famosa zuppa. Non racconto altro perché rovinerei la visione del film. Anche se il film inizia con la morte del generale cinese, non si tratta di un Thriller, ma di una commedia che tratta un altro argomento tabù in India.

Ek Ladki Ko Dekka Toh Aisa Laga

Il film visibile su Netflix, tratta un altro argomento tabù in un India tradizionalista . Ma lo fa in maniera talmente divertente da non offendere nessuno. Sweety è innamorata di una donna, ma non riesce a comunicarlo alla sua famiglia Punjabi ricca e conservatrice. Verrà aiutata da uno sceneggiatore innamorato si di lei ma che la comprende in pieno. L’ amore è amore, all’amore non si comanda , l ‘importante è essere felici. Protagonisti sono Anil Kapoor e Sonam, padre e figlia sulla scena e padre e figlia nella vita reale. Il film è girato a Moga , nel Punjab, che vanta un tempio Sikh , simile nella struttura a quello di Amritsar, ma senza il tempio d’ oro al centro del bacino sacro , cosa che rende il tempio Harmandir Sahib unico al mondo.