La cacciatrice di storie perdute

Romanzo emozionante a tal punto che non si può fare a meno di leggerlo tutto d’ un fiato e che magari vi può far scappare qualche lacrimuccia. Jaja giornalista americana dopo tre aborti ed con un matrimonio vacillante , decide di andare in India richiamata da una lettera del nonno morente indirizzata a sua madre , di origine indiana. Arrivata in questo paese magico, viene travolta dai profumi, dagli odori , dai colori e stravolta dalla storia di sua nonna Amisha e del suo amore clandestino, sconfinato , unico per un luogotenente inglese, a cui rinuncia con dolore per il bene dei figli .
È proprio in India che Jaja ritrova se stessa , quasi una liberazione interiore , paragonabile a quella della nonna che attraverso la scrittura e le sue storie manifestava il desiderio di staccarsi da usi e costumi e di essere libera.