Goa

Goa è il più piccolo stato dell’India, posizionato a circa 500 Km a sud di Mumbai, raggiungibile in poco meno di un’ora di aereo, confinante oltre che con il Maharashtra anche con il Karnataka ed è bagnato dal Mare Arabico.
Antica colonia portoghese, Goa ha un unico mix di cultura ed architettura Indiana e Portoghese e , con i suoi oltre 100 Km di spiagge bianchissime, attira ogni anno milioni di turisti, grazie anche ad un clima favorevole da ottobre a maggio.
Lo stato è diviso in due distretti, Nord e Sud Goa. La capitale Panaji, piacevole città attraversata dal fiume Mandovi, con le sue numerose case portoghesi e le chiese immacolate, è un tipico esempio dell’influenza portoghese. Il lungofiume giunge fino a Miramar e Dona Paula, due delle spiagge maggiormente frequentate dagli abitanti di Panaji. I turisti preferiscono rilassarsi sulla spiaggia della più famosa Palolem a sud o fare le ore piccole sulle spiagge di Anjuna o Vagator , retaggio ancora dei mitici anni 60, dove droga e musica erano il life motive dei giovani dell’epoca.
Oggi il turismo si sta spingendo sempre più a nord. Resort in legno cominciano ad invadere spiagge fino a poco tempo fa incontaminate come Aswem e Mandrem. I cocchi , che degradano fin sulle spiagge, coprono in parte queste nuove costruzioni, fatte comunque nel rispetto della natura. Solo Keri o Querim, da dove parte il traghetto che porta al di la del fiume Terekol, è priva di qualsiasi struttura turistica.
Il piccolissimo villaggio di Terekol , sul cui promontorio si erge Fort Terekol, antico forte trasformato recentemente in un Heritage Hotel, è l’ultimo paese prima del confine con il Maharastra e si trova ad una manciata di chilometri da una delle spiagge più belle che io abbia mai visto e che non ha nulla da invidiare alle spiagge maldiviane o caraibiche. Sto parlando di Redi beach : trovandosi già nel territorio del Maharastra, è consigliabile portare con sé il passaporto, nella ipotesi di un controllo al confine.
Consiglio di noleggiare una moto, che rende facile gli spostamenti.
Varia è la cucina goana, cattolica ed indù, come la popolazione : il pesce comunque la fa da padrone.