Calcutta

Siamo a Calcutta nel 2005, tredici anni fa . Ricordo che camminavamo a piedi sotto un sole cocente per raggiungere Howrah bridge. Un profumo intenso di fiori ci costringe a guardare in basso e quello che vediamo ci abbaglia per i colori , ci stordisce per l’effluvio inebriante e ci disturba anche per il rumore. È il mercato dei fiori : cataste di fiori gialli ,arancioni ,fucsia ,avvolte in grandi lenzuola sono pronte per essere smistate prima di diventare ghirlande ed offerte da vendere all ‘ingresso dei templi indù. Meraviglia !!!!!
giolovesindia