Le vedove di Malabar Hill

Questa prima inchiesta firmata Perveen Mistry ( spero ne seguano altre ) è ambientata nel prestigioso quartiere di Mumbai, chiamato Malabar Hill. Come dice il nome, si tratta di una zona situata In alto ( Hill letteralmente vuol dire collina), una delle più ricche, eleganti ed esclusive della città. Il panorama impareggiabile di Marina drive e Chowpatty beach caotiche e rumorose è in contrasto con la presenza delle Torri del silenzio, dove i cadaveri dei Parsi, che a Malabar Hill risiedono numerosi in ville lussuose, vengono esposti e lasciati agli avvoltoi. Siamo negli anni 20 e Perveen Mistry è la prima avvocatessa di Mumbai, ma essendo donna , non può comparire in tribunale, ma può svolgere solo funzioni di procuratore legale nello studio del padre. L’essere donna , però ,le permette di parlare ed incontrare le tre vedove musulmane di Ms Omar Farid , eredi con le figlie dell ‘ingente patrimonio del defunto. Qualcosa però insospettisce Perveen e l’ omicidio che ne segue le da’ la certezza che alla base ci sia qualcosa di poco pulito. L’arguzia, la tenacia , l’intelligenza di Perveen daranno i loro frutti. Parallelamente a questa storia a tinte gialle, c’è la storia personale di Perveen, la storia di una donna che ha infranto le regole del matrimonio combinato ed ha scelto l’amore Ma questo amore ha dei risvolti amari, che metteranno alla prova tutta la famiglia Mistry, radicata alla religione Parsi. Non dico più niente. Conviene leggere questo libro, che ha risvegliato in me il desiderio di ritornare a Mumbai!!! giolovesindia