Lo scrivano di Bombay

ANJALI JOSEPH ha ambientato il suo libro nella città in cui è nata : la chiama ancora Bombay, anche se il nome è stato indianizzato in Mumbai.

Mohan, che di professione scrive lettere e compila moduli per chi non è capace, abita con la moglie Lakshmi in un quartiere di questa affascinante città che tanto ha mi ha colpita.

E già: come a Napoli c’è l’arte di arrangiarsi ed ecco spuntare professioni strane, strampalate…

Ospitano temporaneamente il nipote Ashish e si trovano ad affrontare una situazione particolare.

Un tema scottante come l’omosessualità viene trattato dall’autrice in maniera semplice, talmente naturale da non dare fastidio.