Santa Maria de Eunate

Alla fine del Camino aragonese, a pochi Km. da Puente de la Reina, isolata in mezzo alla campagna, si incontra una delle icone più emblematiche del percorso. Si tratta della piccola chiesa di Santa Maria de Eunate.

Le caratteristiche che la rendono così famosa sia fra i pellegrini ma anche al di fuori del Camino, sono molte. Prima di tutto la sua pianta ottagonale sormontata da una abside pentagonale. All’esterno è circondata da un portico senza copertura anch’esso ottagonale, con un bel portale di ingresso.

Fiumi di inchiostro si sono spesi per cercare di chiarire la sua funzione. Probabilmente è una piccola cappella funeraria, infatti all’esterno si sono trovate alcune sepolture, fra le quali quella di una misteriosa signora. Una delle interpretazioni ovviamente più intriganti deriva dalla sua forma ottagonale che lo fà facilmente attribuire all’ordine dei Templari che l’avrebbero imitata dal Tempio del Santo Sepolcro di Gerusalemme. D’altronde la presenza dei famosi e misteriosi cavalieri è ben documentata lungo il Camino , per esempio a Torres del Rio, la chiesa di Santa Maria la Blanca a Villacazar de Sirga, a Terradillo de los Templarios  o il Castello di Ponferrada.