Acqua

Chuya all’età di otto anni è già sposata e già vedova. Obbedendo ad una tradizione indù, la piccola protagonista del libro viene condotta nell’ashram delle vedove, dove dovrà rimanere fino alla fine dei suoi giorni. Dunque, si tratta di una punizione, come se lo stato di vedovanza fosse una colpa.

Nell ‘ashram incontra Kalyani……..

Scritto da SIDWA BAPSI , pakistana di origine, dopo l’uscita del film Water, è un esempio ben riuscito di come da una sceneggiatura possa nascere un libro…

Da leggere.